Il profumo della rosa di mezzanotte di Lucinda Riley

il profumo della rosa di mezzanotte

Titolo: Il profumo della rosa di mezzanotte

Autore: Lucinda Riley

Casa Editrice: Giunti

Anno di edizione: 2014

Pagine: 640

Prezzo: 9,90 euro

Autore della recensione: Silvia Menini (recensione tratta da MRS)

Lucinda Riley ha colpito ancora. Un altro romanzo che incanta, che fa sognare e tiene incollato il lettore fino all’ultima pagina con il fiato sospeso. Il profumo della rosa di mezzanotte emana un calore che avvolge e fa emozionare.

Mentre il sole incendia e disperde le nuvole sopra le cime innevate, scruto il cielo cercando la risposta che prego di ricevere ogni mattina, da settantotto anni a questa parte. Che sia oggi, vi prego, chiedo agli dèi: sono certa che mio figlio sia ancora vivo, da qualche parte su questa terra. Se fosse morto, l’avrei saputo nel momento della sua scomparsa, come mi succede sempre quando se ne va qualcuno che amo.

I miei occhi si riempiono di lacrime e mi volto a guardare l’unica fotografia che ho di lui, posata sul comodino: un bimbo di due anni, paffuto e sorridente, seduto sulle mie ginocchia. Me la diede la mia amica Indira, insieme al suo certificato di morte, poche settimane dopo averne ricevuto la notizia.

È passata una vita, ormai. Ma io ne sono certa: mio figlio oggi è un uomo anziano, e in ottobre festeggerà il suo ottantunesimo compleanno. Devo ammettere, però, che mi è difficile immaginarlo, nonostante la fantasia non mi manchi.

Il romanzo si apre a Darjeeling, in India. È il centesimo compleanno di Anahita e la sua famiglia si è raccolta attorno a lei per festeggiarla. Lei però è col pensiero lontana. Pensa a suo figlio, il suo primo figlio che, sebbene le abbiano detto essere morto, lei sa per certo che non è vero. È ancora vivo e non si darà pace finché non lo troverà, perché ha scritto la storia della sua vita e il suo ultimo desiderio, prima di morire, è di poterla far leggere a lui, che non lo ha mai dimenticato e lo ama ancora come il giorno in cui gli fu strappato dalle mani.

La sua famiglia pensa che semplicemente non si sappia dare pace, in realtà non sanno che lei ha un dono speciale. Lei riesce a sentire le cose belle e a prevedere quelle negative. E proprio grazie a questo dono, lei ha la certezza che suo figlio sia ancora al mondo. Tra tutti sceglie Ari, il suo pronipote che sembra ossessionato dal lavoro, a costo di rimetterci gli affetti della famiglia e della fidanzata, e gli affida il manoscritto, con il compito di indagare su cosa sia davvero accaduto.

A capitoli alternati, viene introdotta la storia di Rebecca Bradley, una bella e famosa attrice americana in trasferta ad Astbury Hall, nel Dartmoor, in Inghilterra. Proprio l’antico castello ormai in disfacimento è stato scelto come set di un film dove lei è una delle protagoniste. Qui conosce Lord Astbury, schivo proprietario del maniero, che si dimostra però fin troppo gentile dandole ospitalità e invitandola a cena in cerca della sua compagnia. Sarà forse la somiglianza tra Rebecca e sua nonna Violet a indurlo a tanta cordialità?

Queste due storie si intrecceranno grazie all’arrivo in Inghilterra di Ari e al suo incontro con Rebecca. Grazie a un diario del nonno di Lord Astbury, verrà confermato l’amore tra Donald e Anahita durante la prima guerra mondiale e al tormento che li ha colpiti successivamente. Un viaggio fatto per riscoprire le proprie radici darà la possibilità ad Ari di comprendere non solo la sua vita e di svelare uno sei segreti rimasti sepolti per generazioni, ma anche di poter dare una svolta alla propria esistenza.

k2479982

ABBINAMENTO: (Sommelier Silvia Menini)

Abbandono la sicurezza di un vino per qualcosa di più forte, che si adatta maggiormente al mistero di questo romanzo e all’ambientazione in questo maniero in disfacimento ma ancora oggetto di grande teatralità, come in passato. Non è un Whiskey inglese perché, si sa, i migliori sono quelli scozzesi… ma la vicinanza perdona la poca esattezza geografica.

 

Zona: Scozia

Nome: Blended Scotch Whisky Scottish Leader

Azienda: Distilleria Deanston

Tipologia: Blended Scotch Whisky

Titolo: 40%

Temperatura di servizio: 16-18°

Prezzo: 11,60 euro

 

Esame visivo: dorato con sfumature ramate

Esame olfattivo: profumo leggermente torbato

Esame gusto-olfattivo: un inizio rotondo lascia il posto a un gusto ricco e pieno, con un finalelungo e asciutto, con un prolungato retrogusto di torba

 

Note:

Lo Scotch Whisky è un distillato prodotto in Scozia con cereali, acqua e lievito, tutti elementi che madre natura ripristina nel tempo.

Secondo la tipologia di produzione gli scotch possono essere suddivisi in: malt, ottenuti esclusivamente dalla distillazione dell’orzo maltato. Essi possono essere a loro volta suddivisi in single malt, ottenuti da puro malto di un’unica qualità, provenienti da una sola distilleria; vatted malt (vat è il tino), ottenuti da una miscela di single malt. Grain, ottenuti da cereali, in particolar modo dal mais; blended, derivati dalla miscela di grain e malt; full proof o full strength (che significa “tutta forza” o “gradazione piena”), che appena distillati a 68-73° alcolici vengono posti in botte. Durante questo periodo, un processo di evaporazione alcolica porta il livello della gradazione intorno ai 48-65°.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...