Vita segreta di una gourmet di Jessica Tom

vita-segreta-di-una-gourmet-jessica-tom

Titolo: Vita segreta di una gourmet

Autore: Jessica Tom

Casa Editrice: Harper Collins Italia

Anno di edizione: 23 giugno 2016

Pagine: 352

Prezzo: 14,90 euro

Autore della recensione: Silvia Menini

Un libro squisitamente divino, che strizza l’occhio alla moda ma si concentra invece sul cibo e la cucina che sono così di gran tendenza. Scritto in maniera scorrevole, tiene col fiato sospeso fino alla fine ed è scritto con una penna fresca e tratteggia dei personaggi di cui è impossibile non innamorarsi.

La deliziosa Tia Monroe è iscritta a uno dei più prestigiosi Master in Scienza dell’alimentazione alla New York University e il suo sogno è scrivere di cibo. Ha molte aspettative sul suo futuro e ha già tutto pianificato. È certa che sarà scelta per l’ambito tirocinio con la guru della scrittura culinaria Helen Lansky, della quale ha letto tutti i libri ed è la sua ispirazione.

Quando però incontra Michael Saltz, il famoso critico gastronomico del New York Times, il suo mondo viene stravolto. Quest’ultimo infatti è un personaggio subdolo e sgradevole e la convince, con l’inganno, a collaborare con lui e aiutarlo in una missione segreta (perché illegale): diventare il suo palato e la sua ghostwriter, mantenendo però l’anonimato e vivendo due vite parallele che sono profondamente distanti l’una dall’altra.

Per Tia inizia così un periodo fatto di bugie, abiti firmati, cene nei ristoranti più rinomati di New York. Vive la vita che ha sempre desiderato, soprattutto perché si sente più sicura di sé, più consapevole della propria bellezza e del suo potenziale come critica gastronomica ma… a che prezzo?

Un romanzo leggero, divertente, ma con una morale di fondo su cui tutti dovremmo riflettere. Ci si innamora di Tia fin dalle prime righe. Un po’ ingenua… ma con il dono innato di descrivere i piatti che assaggia con una proprietà di linguaggio ed esprimendo le sensazioni che prova in maniera unica, trasmettendo il concetto che ogni ingrediente non è a se stante ma parte di un insieme e finalizzato a rendere unico ed equilibrato il piatto.
Un libro fresco e spontaneo che non vi deluderà.

k2479982

Abbinamento (Sommelier Silvia Menini)

Seguiamo la scelta che Tia ha effettuato durante uno dei suoi incontri culinari con Michael Saltz. Un vino citato anche dal New York Times e che si adatta bene a questo libro pieno di piatti succulenti e finemente composti dai più importanti chef newyorkesi. Un Cabernet Sauvignon.

Azienda: Ridge Vineyards

Vino: Cabernet Sauvignon

Annata: 2013

Denominazione: Santa Cruz Mountains

Tipologia: Rosso

Vitigno: 75% Cabernet Sauvignon, 20% Merlot, 3% Petit Verdot, 2% Cabernet Franc

Gradazione: 13,8%

Temperatura di servizio: 18-20°

 

Agli occhi: Rosso rubino con riflessi violacei.

Al naso: Mora matura, ribes nero. Viole, caffè tostato, cioccolato fondente e zucchero caramellato.

In bocca: Corpo pieno e tannini un po’ ruvidi. Intenso e con elementi minerali facilmente percepibili.

Abbinamenti: Sicuramente il suo partner per eccellenza è la selvaggina. Cinghiale, capriolo, fagiano.

Il Cabernet è un alleato indispensabile anche nel caso di pietanze meno elaborate, come nel caso di grigliate di maiale, sia come accompagnamento, sia come base per le marinature. Un altro fra i migliori abbinamenti del Cabernet Sauvignon è certamente il tartufo (che Tia scopre e ama fin da subito).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...